La Past President Sara Venturoni a INNOTRANS 2016
Date: venerdì 30 settembre 2016


La Past President Sara Venturoni a INNOTRANS 2016



 

 





La Past President Sara Venturoni è intervenuta nell'ambito delle sessioni tematiche di approfondimento ospitate nello stand di Ferrovie dello Stato Italiane durante l'edizione 2016 dell'evento INNOTRANS a Berlino.

 

L’intervento è stato focalizzato sul ruolo dell'operatore della sosta nell'offerta dei servizi  lungo la catena del viaggio, con l'occasione dell'anticipazione  delle strategie del Gruppo FS per il proprio riposizionamento nel mercato di riferimento attraverso un grande progetto di mobilità integrata (il Piano industriale 2017-2026 di FS è stato presentato ufficialmente al mondo politico ed economico nella conferenza stampa del 28/09 u.s.). Lo speech ha inquadrato il settore italiano della sosta nel contesto Europeo, evidenziando come il nostro Paese vanti un know how e un'alta professionalità degli operatori, ma soffra la carenza della politica sia nella visione sia nel processo di pianificazione, regolazione e controllo della corretta attuazione. Ha sottolineato inoltre il ruolo dell'Associazione nell'essere portatrice delle istanze delle imprese e di un necessario riallineamento del quadro legislativo alle esigenze di riordino del settore della mobilità urbana, nel quale ogni soggetto istituzionale ed economico deve svolgere correttamente il proprio ruolo. Un unico, sovraordinato obiettivo, quello del riequilibrio della mobilità privata a vantaggio di quella collettiva per il recupero di qualità delle nostre città, che sono il vero motore economico del sistema.

 



COMUNICATO STAMPA

FS ITALIANE A INNOTRANS 2016, RIQUALIFICARE GLI SPAZI URBANI E VALORIZZARE LE AREE DI PARCHEGGIO NELLA MOBILITÀ INTEGRATA

 

·       La mission di FS Sistemi Urbani e Metropark

·       Sette aree a Milano pronte per essere riqualificate

·       Spazi intorno alle stazioni ferroviarie diventano hub intermodali

 

Berlino, 23 settembre 2016

 

FS Sistemi Urbani e Metropark, società controllate dal Gruppo FS Italiane, sono state protagoniste della giornata conclusiva di InnoTrans 2016, il salone internazionale più importante del trasporto ferroviario e della tecnologia dei trasporti.

 

FS Sistemi Urbani, che si occupa di valorizzare il patrimonio del Gruppo FS Italiane non funzionale all’esercizio ferroviario, nel workshop Il governo dei flussi e la politica urbanistica delle Città Metropolitane ha approfondito con l’amministratore delegato Carlo De Vito il ruolo fondamentale della riqualificazione degli spazi urbani nello sviluppo delle città del futuro.

 

In un mondo dove la popolazione cresce velocemente e tende ad agglomerarsi in città che diventano sempre più estese, le scelte sono quelle di un’espansione urbana verso l’esterno, andando a erodere ulteriormente le aree verdi. Oppure, in modo più sostenibile, riqualificare aree esistenti che sono attualmente in disuso.

 

A Milano sono disponibili sette aree ferroviarie (Farini, Porta Romana, Porta Genova, Greco, Lambrate, San Cristoforo e Rogoredo), in tutto circa un milione di metri quadri, perfette per essere riutilizzate a scopi abitativi e commerciali, seguendo le esperienze virtuose di Canary Wharf a Londra o del quartiere parigino Clichy Batignolles.

 

Metropark, la società di FS Italiane che gestisce i parcheggi delle stazioni e importante player nel settore della sosta, ha l’obiettivo di potenziare il proprio posizionamento nel sistema della mobilità integrata. Sara Venturoni, amministratore delegato di Metropark e Past President di Aipark, l’associazione italiana del settore sosta e parcheggi, ha illustrato nel workshop Il ruolo strategico della sosta nella mobilità urbana e lo sviluppo dei servizi lungo la catena del viaggio la fondamentale importanza della regolamentazione e della gestione della sosta nelle aree urbane per promuovere lo shift da trasporto privato a pubblico.

 

Per realizzare la mobilità integrata, la pianificazione e la gestione delle infrastrutture di parcheggio è un aspetto dirimente, in grado di influenzare la scelta della modalità di spostamento lungo la catena di viaggio.

 

Per questo sono allo studio soluzioni di acquisto di titoli integrati, parcheggio più viaggio, tariffe di sosta dinamiche in grado di rendere più efficiente l'utilizzo degli spazi, convenzioni per i servizi di car-sharing, oltre a progetti dedicati allo sviluppo dei bici-park e a un network di ricarica per veicoli elettrici.

 

Attualmente in Italia ci sono oltre 3 milioni di stalli dedicati alla sosta, con uno sbilanciamento di sosta su strada rispetto ai parcheggi in strutture dedicate, e un gap da colmare di oltre 600 mila stalli, che permetterebbe uno svuotamento delle strade da autoveicoli in sosta in grado di fluidificare il trasporto pubblico a vantaggio della qualità della vita urbana.

  precedenti
homeContattiMappa del sitoNote legali e sulla privacy