GLI EMETTITORI DEI BIGLIETTI PER LA SOSTA NON SONO EQUIPARABILI A VENDING MACHINES
Date: martedì 27 dicembre 2016



Abbiamo ricevuto tante richieste di chiarimento sull’equiparazione degli strumenti per il pagamento della sosta alle cosiddette “vending machines” (o “distributori automatici”), equiparazione che avrebbe creato la conseguente necessità di memorizzare elettronicamente e trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate i dati dei corrispettivi giornalieri (Art. 2 comma 2 del D. Lgs. n. 127 del 2015).

 

Sono state avanzate richieste di consulenza giuridica all’Agenzia delle Entrate per chiarire l’applicazione della disciplina ai distributori automatici di biglietti per il trasporto ed eventualmente per la sosta regolamentata e similari. Non si riteneva pertinente infatti l’applicazione della norma al nostro settore, in quanto le nostre apparecchiature non sono distributori automatici di beni, né di servizi, ma biglietterie automatizzate che rilasciano titoli.

 

Alla luce della risoluzione rilasciata dall’Agenzia delle Entrate siamo lieti di comunicarvi che i distributori dei biglietti per il trasporto e la sosta risultano esclusi dagli obblighi previsti dall’Art.2 comma 2 del D. Lgs. n. 127 del 2015.

 

Scaricate la risoluzione 116/E datata 21.12.2016 della Direzione Centrale Normativa dell’Agenzia delle Entrate, in formato pdf. 

  precedenti
homeContattiMappa del sitoNote legali e sulla privacy